I 10 peggiori presidenti statunitensi

I 10 peggiori presidenti statunitensi

Ecco un elenco per far fluire i commenti! Prima di tutto, Questo elenco non è la mia opinione personale - Viene compilato dal punteggio medio di ciascun presidente oltre 12 sondaggi - preso tra il 1948 e il 2005. Wikipedia ha le classifiche storiche complete.

10. Calvin Coolidge 1923 - 1929

Nel 1919, tre quarti delle forze di polizia di Boston iniziarono in sciopero. Coolidge (allora governatore del Massachusetts) aveva osservato la situazione durante il conflitto, ma non era ancora intervenuto. Furioso che il sindaco avesse chiamato le unità di guardia di stato, alla fine ha agito. Ha chiamato più unità della Guardia Nazionale, ha restaurato il commissario di polizia Curtis in carica e ha preso il controllo personale delle forze di polizia. Curtis ha proclamato che nessuno degli attaccanti sarebbe stato permesso di tornare ai loro precedenti lavori e Coolidge ha emesso richieste di reclutare una nuova forza di polizia. Molte persone hanno criticato Coolidge come parte di una critica generale al governo di laissez-faire. La sua reputazione ha subito una rinascita durante l'amministrazione Reagan, ma la valutazione definitiva della sua presidenza è ancora divisa tra coloro che approvano la sua riduzione delle dimensioni del governo e coloro che credono che il governo federale dovrebbe essere più coinvolto nella regolazione dell'economia.

9. Richard Nixon 1969 - 1974

Nel giugno 1972, molti uomini di Nixon furono catturati nel quartier generale del partito democratico presso il Watergate Hotel di Washington, DC, portando in luce il famigerato scandalo Watergate. Lo stesso Nixon ha minimizzato lo scandalo come semplice politica, ma quando i suoi aiutanti si sono dimessi in disgrazia, il ruolo di Nixon nell'ordinare un insabbiamento illegale è venuto alla luce nella stampa, nei tribunali e nelle indagini congressuali. Nixon doveva tasse indietro, aveva accettato i contributi illeciti della campagna e aveva molestato gli oppositori con agenzie esecutive, intercettazioni e break-in. Inoltre, aveva ordinato il bombardamento segreto della Cambogia. A differenza delle registrazioni a nastro dei precedenti presidenti, le sue registrazioni segrete delle conversazioni della Casa Bianca sono state rivelate e citate e hanno mostrato dettagli sulla sua complicità nel COUND-UP. Nixon è stato nominato dalla giuria che ha studiato Watergate come "un co-cospiratore non indebolito" nello scandalo Watergate. Alla luce della sua perdita di sostegno politico e della quasi certezza sia della sua impeachment da parte della Camera dei rappresentanti che della sua probabile condanna da parte del Senato, si dimise dal 9 agosto 1974, dopo essersi rivolto alla nazione la nazione la sera precedente. Non ha mai ammesso un illecito criminale, sebbene in seguito abbia concesso errori di giudizio.


8. Zachary Taylor 1849-1850

La questione della schiavitù ha dominato a breve termine di Taylor. Sebbene possedesse schiavi, ha preso una posizione moderata sull'espansione territoriale della schiavitù, arrabbiato compagno meridionali. Taylor ha esortato i coloni nel New Mexico e in California a redigere costituzioni e fare domanda per lo stato, aggirando la fase territoriale. Il New Mexico era troppo piccolo per agire ma la California - che aveva un'alta crescita della popolazione dalla corsa all'oro - scrisse una costituzione che non consentiva la schiavitù; Gli elettori lo hanno approvato e un nuovo governo statale subentrò nel dicembre 1849 senza l'approvazione del Congresso. I meridionali erano furiosi con Taylor e con la California. Taylor ha tenuto una conferenza tempestosa con i leader del sud che hanno minacciato la secessione. Disse loro che se necessario per far rispettare le leggi, avrebbe guidato personalmente l'esercito. Persone "Prese in ribellione contro l'Unione, avrebbe appeso ... con meno riluttanza di quanto avesse impiccato disertori e spie in Messico."

7. John Tyler 1841-1845

La presidenza di Tyler è stata raramente presa sul serio ai suoi tempi. Gli oppositori di solito lo indicavano come "Presidente ad interim" o "Accidenza". Tyler ha scioccato i Whig del Congresso mettendo il veto praticamente l'intera agenda Whig, due volte vetizzando la legislazione di Clay per un National Banking Act a seguito del panico del 1837 e lasciando il governo bloccata a morte. Tyler fu ufficialmente espulso dal Whig Party nel 1841, pochi mesi dopo l'entrata in carica, e divenne noto come "l'uomo senza una festa."Nel 1843, dopo aver posto il veto a una fattura tariffaria, la Camera dei rappresentanti considerava la prima risoluzione di impeachment contro un presidente nella storia americana. Un comitato guidato dall'ex presidente John Quincy Adams ha concluso che Tyler aveva abusato del veto, ma la risoluzione dell'impeachment non è passata.


6. Millard Fillmore 1850 - 1853

Fillmore salì alla presidenza alla morte improvvisa e inaspettata del presidente Taylor nel luglio 1850. Il cambiamento nella leadership ha anche segnalato un brusco cambiamento politico nell'amministrazione, poiché Fillmore ha rimosso l'intero gabinetto di Taylor, sostituendoli con individui noti per essere favorevoli agli sforzi di compromesso. Fillmore firmato in legge Il fuggitivo schiavo agisce come un compromesso tra gli interessi della detenzione di schiavi meridionali e i Soiler settentrionali. La legge ha cercato di costringere le autorità negli stati liberi a restituire schiavi fuggitivi ai loro padroni.

5. Ulisse S Grant 1869-1877

Grant ha raggiunto la fama internazionale come principale sindacato generale nella guerra civile americana. Il primo scandalo a contaminare l'amministrazione delle sovvenzioni fu il Black Friday, una crisi finanziaria per la specifica dell'oro nel settembre 1869, istituito dai manipolatori di Wall Street Jay Gould e James Fisk. Hanno cercato di angolare il mercato dell'oro e hanno indotto Grant a impedire al suo segretario al tesoro di fermare la frode. Lo scandalo più famoso fu l'anello di whisky del 1875, esposto dal segretario del Tesoro Benjamin H. Bristow, in cui sono stati rubati oltre 3 milioni di dollari di tasse dal governo federale con l'aiuto di alti funzionari governativi. Sebbene lo stesso Grant non abbia tratto profitto dalla corruzione tra i suoi subordinati, non ha preso una posizione ferma contro i malfattori e non ha reagito fortemente anche dopo che la loro colpa è stata stabilita. La carriera di Grant è anche guastata da voci di antisemitismo a causa del suo coinvolgimento con il famigerato ordine generale numero 11.


4. Andrew Johnson 1865-1869

Johnson che succede alla presidenza sull'assassinio di Abraham Lincoln. Johnson ha posto il veto al primo disegno di legge sui diritti civili, affermando che ha dato "una perfetta uguaglianza delle razze bianche e nere in ogni stato dell'Unione."In una lettera al governatore del Missouri scrisse:" Questo è un paese per uomini bianchi, e per Dio, fintanto che sono presidente, sarà un governo per gli uomini bianchi."I repubblicani al Congresso hanno superato il suo veto (il Senato con il voto di 33:15, la Camera del 182: 41) e il disegno di legge sui diritti civili divenne legge. Johnson ha cercato di rimuovere Edward Stanton come segretario alla guerra violando direttamente il mandato di ufficio che Johnson aveva posto il veto. È stato accusato (ed è il primo presidente ad essere così) ma trovato innocente con un solo voto.

3. Franklin Pierce 1853-1857

Due mesi prima di assumere il suo posto come presidente, Pierce ha visto suo figlio morire in un incidente in treno. Ha preso l'incarico nervosamente esausto. L'evento più controverso della presidenza di Pierce è stato il Kansas-Nebraska Act, che ha abrogato il compromesso del Missouri e ha riaperto la questione della schiavitù in Occidente. La legge ha anche causato un diffuso oltraggio nel nord e ha stimolato la creazione del partito repubblicano, un partito settentrionale sezionale organizzato come una risposta diretta al disegno di legge. Pierce è classificato tra i presidenti meno efficaci e un politico indeciso che è stato facilmente influenzato. Non era in grado di comandare come presidente o di fornire la leadership nazionale richiesta. Pierce è l'unico presidente eletto (a partire dal 2007) a non essere rinominato dal suo partito per un secondo mandato.


2. James Buchanan 1857-1861

Nel suo discorso inaugurale, Buchanan ha dichiarato che la questione della schiavitù era di "poca importanza pratica" perché la Corte Suprema stava per risolverlo. Due giorni dopo annunciarono la decisione di Scott in cui decideva che le persone di origine africana, indipendentemente dal fatto che fossero schiavi, non potevano mai essere cittadini degli Stati Uniti e che il Congresso non aveva l'autorità per proibire la schiavitù nei territori federali. Si credeva che Buchanan fosse stato coinvolto personalmente nel risultato del caso. Inoltre, l'amministrazione di Buchanan fu turbata dal panico del 1857 - un'improvvisa recessione nell'economia degli Stati Uniti. Prima che Buchanan lasciasse l'ufficio, sette stati schiavi separati, fu formata la Confederazione, tutti gli arsenali e i forti negli stati secrati furono persi (tranne Fort Sumter e due remoti) e un quarto di tutti i soldati federali si arrese alle truppe del Texas. Gli storici nel 2006 hanno votato la sua incapacità di affrontare la secessione il peggior errore presidenziale mai commesso.

1. Warren G Harding 1921 - 1923

Il mandato di Harding come presidente era assediato dallo scandalo - sia personale che politico. Albert B Fall, il segretario degli interni di Harding, divenne il primo membro di un gabinetto presidenziale ad andare in prigione per il suo ruolo nella faccenda della cupola di teiera. Quando è stato eletto Harding, ha sollevato molti dei suoi amici (conosciuti come la banda dell'Ohio) a importanti posizioni politiche. Alcuni di questi nominati hanno usato il loro potere per derubare il governo. Si ritiene che Harding abbia detto: “Non ho problemi con i miei nemici, ma i miei dannati amici, i miei amici dannati da Dio ... sono quelli che mi tengono a camminare nelle notti del pavimento!"

Epilogo

Nell'elenco originale, William Harrison si è classificato al 5 ° peggio, ma poiché il suo mandato era così breve non credo che possa essere abbastanza incluso. Inoltre, James A Garfield si è classificato al numero 9, ma con il secondo periodo presidenziale più breve (6 mesi) lo ho anche escluso. Di conseguenza, Nixon, al numero 11, è passato al decimo posto e Coolidge, al numero 12, si sposta nella posizione 10.

Dato che non è nella lista, sono sicuro che tu sia tutti ansiosi di sapere come è andato l'attuale presidente, George W Bush. Si è classificato al numero 21 peggio, ha seguito da vicino il 22 ° peggio da Bill Clinton. Jimmy Carter si è classificato al 14 ° peggio.