10 cose strane per farti credere in un'aldilà

10 cose strane per farti credere in un'aldilà

Ecco un pensiero allegro per te: morirai. Forse non oggi, forse non domani, ma un giorno il tuo cervello si spegne, il tuo cuore smetterà di battere e cadrai in un nulla infinito da cui nessuno potrà mai tornare. Pensiero deprimente, eh?

O è? Mentre la maggior parte di noi potrebbe pensare che la morte sia la fine ultima, ci sono molte prove là fuori per suggerire diversamente. E mentre non siamo pronti a chiamarlo conclusivo, ti fa iniziare a chiederti se la morte sia davvero il gran finale che pensiamo che sia.

10Cuscusiess continua dopo la morte

C'è un'anima? Beyond Belief - ABC - Dr. Sam Parnia

Dr. Sam Parnia è un ragazzo che conosce la morte. Estremamente rispettato nel campo della rianimazione, è una forza trainante nel distinguere le procedure che potrebbero aiutare a rilanciare i pazienti molte ore dopo l'arresto cardiaco. Tuttavia, ha anche una linea laterale nel paranormale. E quello che ha scoperto sulla coscienza è interessante, per non dire altro. Secondo molteplici interviste che ha dato sull'argomento, DR. La parnia è convinta che la coscienza umana possa sopravvivere alla morte cerebrale, il punto in cui non c'è sangue o attività elettrica nel cervello.

Dal 2008, ha raccolto più resoconti di esperienze pre-morte (o, come li chiama, esperienze di "post-morte"), che sembrano aver avuto luogo quando il cervello del soggetto era attivo quanto una pagnotta di pane. (Studiare le esperienze pre-morte, o NDES, è più vicino che possiamo ragionevolmente venire a studiare la morte o l'aldilà, quindi presenteranno pesantemente in questo elenco.) Molto specificamente, riferisce che non vi è quasi alcuna possibilità che questi ricordi di luci bianche e tunnel e così via hanno avuto luogo immediatamente prima o dopo la morte cerebrale; e che l'idea di essere una sorta di attività cerebrale di basso livello è assolutamente ridicola. In altre parole, dovrebbero essere impossibili.

Ora, per essere onesti, Parnia smette di approvare effettivamente qualsiasi spiegazione soprannaturale. Invece, suggerisce che non capiamo ancora come funziona la coscienza. Tuttavia, apri le porte alla possibilità di una vita dopo la vita, specialmente se combinata con le altre cose in questo elenco.

9rificati esperienze fuori dal corpo

BBC: Pam vede Dio. NDE Pam Reynolds. Sorprendente! Versione completa!

Nel 1991, il cantautore Pam Reynolds ha sviluppato un aneurisma mortale. Di fronte alla scelta della pericolosa chirurgia o della morte certa, Reynolds ha optato per la procedura rischiosa. Posto in un coma artificiale, il suo corpo era quindi super-retrocesso a 15.5 gradi Celsius (60 f), mentre letteralmente tutto il sangue è stato svuotato dal suo cervello. Allo stesso tempo, i suoi occhi sono stati bloccati e le sue orecchie collegate con altoparlanti modellati che hanno annegato tutto il rumore e hanno permesso il monitoraggio dell'attività del gambe cervello. Era, nelle parole del suo neurochirurgo, Robert Spetzler, “Per quanto profondamente comatos."

Fu in questo punto impossibile che Reynolds ebbe la sua esperienza . Improvvisamente fluttuando sopra il suo corpo, guardò in basso per vedere 20 persone al lavoro. Una donna al suo inguine sinistro stava dicendo "le sue arterie sono troppo piccole."Un chirurgo teneva una sega cerebrale specializzata dietro la sua testa. "Hotel California" di The Eagles stava giocando. Guardò per un po ', poi se ne andò per un tunnel di luce, tornando al suo corpo molto più tardi. Mesi dopo l'operazione, ha raccontato a Spetzler della sua esperienza e è rimasta scioccata nel sentirlo verificare ogni dettaglio.

Ora, dovremmo sottolineare che il ricercatore australiano Gerald Woerlee (che non era presente all'operazione) crede di aver completamente sfatato questo aneddoto. Ma dovremmo anche sottolineare che Spetzler e cardiologo Michael Sabom confutano le sue scoperte. Anche se Reynolds potesse in qualche modo ascoltare conversazioni, insistono sul fatto che sarebbe stato biologicamente impossibile per il suo cervello formare o trattenere i ricordi in quel momento. Inoltre, c'è il fatto che sia riuscita a descrivere perfettamente un pezzo di attrezzatura medica specializzata che non aveva mai visto prima. Come un aneddoto unico, potrebbe non essere una prova della vita dopo la morte, ma è sicuro di licenziare.


8 meetings con i morti

Coscienza senza attività cerebrale: esperienze di morte - DR. Bruce Greyson

Uno dei componenti classici di un'esperienza di pre-morte è incontrare parenti morti dall'altra parte. Se la maggior parte di noi dovesse riflettere così tanto, probabilmente concludiamo che era dovuto a allucinazioni estremamente vivide. Ma dr. Bruce Greyson dell'Università della Virginia pensa che ci sia di più di quanto non sia.

In un documento pubblicato nel 2013, ha osservato che il numero di pazienti che registrano le persone che si incontrano superano di gran lunga coloro che riferiscono di incontrare persone dal vivo. Se queste fossero allucinazioni casuali, ti aspetteresti che tutte le persone vengano accolte nell'aldilà da, diciamo, Barack Obama come la loro nonna morta. Ma ancora più interessanti sono i pochi casi verificati in cui un soggetto ha incontrato un parente morto dall'altra parte, nonostante non abbia modo di sapere che questa persona era morta. E questo è prima ancora di entrare nei casi di persone che incontrano i loro genitori biologici mai visti prima e in seguito descrivono in modo accurato.

Ovviamente, questi rapporti sono per lo più aneddotici e quindi di valore scientifico limitato, ma aumentano la possibilità inquietante che la tua bisnonna a lungo morto stia guardando ogni volta che fai la doccia.

7estreme Reality

Dal cervello alla coscienza: Steven Laureys a tedxbrussels

Dr. Steven Laureys è un uomo che non crede assolutamente nella vita dopo la morte. Direttore del Belgian National Fund of Scientific Research, è fermo che tutti i NDE possono essere spiegati attraverso i fenomeni fisici. Tuttavia, la sua ricerca su tali esperienze ha lanciato alcuni fatti che sono difficili da spiegare.

Il principale tra questi è l '"iper-realtà" di NDES. Quando Laureys e il suo team hanno deciso di studiare la memoria di questi eventi, si aspettavano di scoprire che funzionavano allo stesso modo dei sogni o delle allucinazioni: diventare più sbiaditi col passare del tempo. Invece, hanno trovato l'esatto contrario. Invece di diventare noiosi con l'età, hanno scoperto che il ricordo di un NDE è rimasto vibrante e fresco, non importa quanto tempo fosse passato nella misura in cui eclisse completamente il ricordo di eventi reali.

Questo non dovrebbe accadere. Generalmente, gli unici ricordi che hanno lo scopo di rimanere vibranti sono i più grandi del giorno del tuo matrimonio o la nascita dei tuoi figli o guardando le torri gemelle scendere. Questi pazienti hanno riferito all'unanimità che il loro NDE era più vivido di tutti quelli combinati, con il bonus aggiunto che non è mai svanito. Hanno mantenuto un perfetto richiamo di quel momento, convinti di aver sperimentato un frammento di paradiso.

Dr. Laureys non crede che questo sia qualcosa di soprannaturale. Tuttavia, crede che tutti noi probabilmente attraversiamo questo quando moriamo: un'esperienza di "paradiso" più intensa di qualsiasi cosa abbiamo provato in tutte le nostre vite di veglia. A modo suo, ciò potrebbe anche contare come una sorta di vita dopo la vita.


6similarità

Uno degli aspetti più peculiari delle NDE è quanto siano simili. Se tali visioni possono essere spiegate dal fuoco casuale delle cellule cerebrali, sicuramente dovrebbero essere tutti selvaggiamente diversi. Il problema è che ogni rapporto NDE è aneddotico. In quanto tale, non si può dire se le NDE siano uguali perché è quello che succede quando moriamo o se sono gli stessi perché i ricordi delle persone cambiano e sono influenzati nel tempo. Almeno questo è stato il caso fino a quando un team di ricercatori olandesi ha deciso di scoprirlo con certezza.

In uno studio pubblicato in una rivista altamente rispettabile, La lancetta, Il team ha esaminato 344 pazienti che hanno subito un arresto cardiaco. Li hanno quindi fatti parlare delle loro esperienze entro una settimana dalla rianimazione. Di quelli interrogati, il 18 percento poteva ricordare almeno i pezzi di ciò che è accaduto e l'8-12 per cento ha ricordato esempi perfetti di una NDE classica.

Questo è all'incirca tra 28 e 41 persone non collegate da 10 diversi ospedali che ricordano esperienze quasi identiche per un periodo di tempo relativamente breve. Per lo meno, questo suggerisce che tali ricordi non sono falsi. Mentre il team si è astenuto da spiegazioni soprannaturali, hanno ipotizzato che significa che la coscienza non deriva dall'attività cellulare da sola, il che significa che le nostre menti non hanno sempre bisogno di un corpo per funzionare.

5 Cambiamenti di personalità

Presente! - Pim van lommel (parte uno) coscienza oltre la vita

Ricorda come abbiamo detto che le persone che hanno sperimentato NDES di solito hanno mantenuto il richiamo perfetto dell'evento? Si scopre che quei ricordi hanno conseguenze e sono tutti positivi. Uno dei medici dello studio olandese sopra, Pim van Lommel, ha iniziato a esaminare l'effetto di tali ricordi nel 2001. Ha scoperto che hanno causato un "cambiamento permanente" nell'argomento. Le persone hanno perso la paura della morte, sono diventate più felici, più positive e più estroverse. Quasi tutti hanno riportato la loro NDE come una cosa estremamente positiva che ha avuto un impatto ancora maggiore sulla loro vita con il passare del tempo.

È interessante notare che questi cambiamenti non erano solo limitati alle persone predisposte alla positività o alla credenza religiosa. Non importa quale fosse la loro personalità prima, coloro che avevano sperimentato NDES tendevano a condividere in seguito un profilo psicologico molto simile. Come dr. Mario Beauregard ha notato in un articolo per Salone, “È importante sottolineare che questi cambiamenti psicologici e comportamentali non sono il tipo di cambiamenti che ci si aspetterebbe se questa esperienza fosse un'allucinazione."Secondo Dr. Lommel, la spiegazione più probabile è che la natura della coscienza significa che può essere sperimentato separatamente dal corpo, il che significa che le nde sono, in effetti, reali.


Esperienza 4firsthand

7 rete. Domenica sera. Prova del paradiso. Il tocco di Eben Alexander con il paradiso.

Nel 2008, neurochirgeon DR. Eben Alexander ha contratto una forma di meningite che ha provocato E. coli Batteri che gli allacciavano il cervello. È stato rapidamente ricoverato in ospedale e messo in coma per la parte migliore di una settimana. Esattamente quello che gli è successo nel corso di quella settimana è diventato oggetto di un grande dibattito.

Secondo il dott. Eben stesso, il suo cervello divenne essenzialmente un vegetale. La sua neocortex era offline ed era incapace di un pensiero più elevato o di un'attività cerebrale. Fondamentalmente doveva morire da un secondo, a quel punto la sua "anima" ha intrapreso un viaggio di sette giorni che è parte NDE e in parte del viaggio di acido in stile anni '60. Ciò che afferma di aver visto suoni a volte pericolosamente come sciocchezze, ma meno facilmente sprezzabili è la sua affermazione che il suo cervello veniva monitorato nei minimi dettagli ogni momento di quella strana settimana. Per quanto ne riguarda, è una questione di fatto verificabile che il suo cervello fosse offline durante la sua visione, al punto che avrebbe dovuto essere incapace di produrre anche una versione debole e limitata della coscienza.

Tuttavia, non tutti erano convinti e sono stati fatti diversi tentativi impressionanti per sfatare la sua storia. Un rappresentante si può trovare qui, mentre Dr. La risposta di Eben a queste critiche può essere trovata qui. Ti lasceremo decidere chi trovi più convincente, ma se Eben sta dicendo la verità, allora la sua esperienza di morte e quelli degli altri come lui non dovrebbero essere ignorati.

3 Visioni dei ciechi

Le rivendicazioni straordinarie raramente arrivano più straordinarie di quelle di Kenneth Ring e Sharon Cooper nel loro libro Mentalità. In breve, anni di ricerche hanno convinto i due professori che le persone che sono nate cieche spesso riguadagnano la vista durante una NDE.

Secondo Salone, La coppia ha intervistato 31 ciechi per il loro studio, tutti affermano di aver avuto un NDE o un OBE (esperienza fuori dal corpo). Di loro, 14 erano stati ciechi dalla nascita. Eppure tutti hanno riportato una componente visiva alle loro esperienze, sia sotto forma di un tunnel di luce, vedendo parenti morti o persino guardando in basso sul proprio corpo dall'alto. In altre parole, sembravano dimostrare l'impossibile.

Ancora una volta, va notato che questo è tutt'altro che conclusivo. L'intero studio si basava solo su ciò che i loro soggetti potevano dire loro, il che non è un modo scientificamente rigoroso di testare qualcosa. Per lo meno, però, i loro soggetti credevano sinceramente di aver avuto queste esperienze impossibili, che solleva la questione inquietante di come qualcuno cieco dalla nascita potesse essere in grado di descrivere qualsiasi cosa visiva.


La fisica 2quantum può permetterlo

Robert Lanza - Cosa sono lo spazio e il tempo?

Il biocentrismo è una teoria pazzo e totalmente controintuitiva sull'universo che in punta di punta attorno ai bordi remoti di scienza mainstream accettabile. Detto questo, c'è anche la più debole possibilità che sia vero. E se è così, allora fa anche un'aldilà non solo una possibilità, ma una certezza.

Pioneer dal professor Robert Lanza, la teoria si basa sul famoso esperimento a doppia riduzione, che suggerisce (tra le altre cose) che tutte le possibilità nell'universo si verificano contemporaneamente. È solo quando un "osservatore" sceglie di guardare che tutte queste possibilità crollano in una singola-quella che è avvenuta nel nostro universo. Secondo Lanza, possiamo prendere questa premessa e farla esplodere per raggruppare qualunque cosa.

Se facciamo questo, allora tempo, spazio, importanza e tutto il resto dovrebbe esistere solo a causa della nostra percezione di essi. Se questo è vero, significa che cose come "morte" smettono di essere fatti solidi e diventare semplicemente parte di questa percezione. In effetti, sebbene possiamo sembrare morire in questo universo, la teoria di Lanza afferma che la nostra vita dovrebbe quindi diventare “un fiore perenne che ritorna a fiorire nel multiverso."La sua teoria è quasi certamente pazza. Ma se si rivela vero, allora significherebbe che il multiverso non ci consentirà solo di tornare dopo la morte, richiede fisicamente che lo facciamo.

1Children potrebbe ricordare le loro vite passate

Ricerca sulla reincarnazione di Ian Stevenson's Children's Paast Life Memories

Il dottor Ian Stevenson può avere una delle più strane affermazioni di fama: è forse la prima persona nella storia ad aver fornito la prova della reincarnazione.

Se sembra folle, aspetta di leggere il resto. Nel corso di quattro decenni, Stevenson ha meticolosamente studiato e documentato casi di bambini apparentemente in grado di ricordare le loro vite precedenti. E non intendiamo che si sia lasciato andare nella fantasia di un bambino di essere stato un imperatore. Intendiamo che ha registrato oltre 3.000 casi di bambini di età inferiore ai 5 anni che avevano una conoscenza molto specifica delle vite, degli amori e della morte di persone di cui non avrebbero potuto sapere.

In un caso documentato, un bambino dello Sri Lanka ha sentito il nome di una città in cui non era mai stata. Immediatamente dopo, ha detto a sua madre che era stata accidentalmente annegata lì dal fratello handicap mentalmente, prima di descrivere la città in modo molto dettagliato. Ha anche fornito i dettagli della famiglia a cui apparteneva, incluso quello che sembravano, com'era la loro casa e quale fosse stato il suo nome. Ventisette su 30 delle sue affermazioni selvagge successivamente sono state controllate. Né la ragazza, né la sua famiglia, né chiunque conosceva avevano alcun legame preventivo con questa città o con il bambino morto.

Ma la stranezza non si ferma qui. Stevenson documentava i bambini che avevano fobie legate a decessi precedenti, bambini con difetti alla nascita che rispecchiavano il loro modo di morire e persino tre bambini che volavano in una rabbia urlante quando hanno riconosciuto i loro "assassini."In quasi tutti i casi, potrebbe collegare le affermazioni del bambino a una persona reale non collegata; E ogni volta che ha studiato un caso, ha lasciato la ricerca così approfondita che avrebbe fatto vergognare la maggior parte degli accademici tradizionali.

Ora, prima di dichiarare questa prova finale della vita dopo la morte e buttare via tutte le nostre facoltà critiche, dovremmo sottolineare che il lavoro di Stevenson non è totalmente statuto. Come mostra questo saggio, molti dei suoi studi potrebbero essere stati contaminati usando traduttori inaffidabili e la sua ricerca nel suo insieme si basa sul pacificare molto in una successione di estranei casuali. In altre parole, il suo lavoro è probabilmente abbastanza accurato da convincere l'agnostico, eppure in nessun luogo abbastanza ermetico da vincere sullo scettico.

Ma se c'è una cosa che possiamo prendere dal caso del DR. Stevenson e altri in questa lista, è che probabilmente non dovremmo temere di morire. Chi lo sa? Potrebbe anche essere la cosa più dannatamente dannatamente che ci accadrà.